Conto energia agevolazioni

Secondo un recente studio della School of Management del Politecnico di Milano è stata calcolata con esattezza una crescita annua nel  2011 di ricorso al fotovoltaico pari al 192 %.

Si è riscontrato un vero e proprio boom in Italia di utilizzo della cosiddetta “energia alternativa” : sono stati installati, infatti, 2.100 megawatt di impianto fotovoltaico, con una notevole crescita rispetto all’anno precedente e con un giro di affari che vi gravita attorno pari a 7,6 miliardi di euro.

Chi decide di sfruttare l’energia del sole per illuminare la propria casa e di ricorrere quindi al fotovoltaico, deve sapere che ha diritto agli incentivi statali.

Vediamo di cosa si tratta nello specifico.

Il Decreto Ministeriale del 5/5/2011 cerca di favorire al massimo la diffusione di impianti fotovoltaici, anche  e soprattutto ad uso privato: per ogni kilowattora autoprodotto è riconosciuta una tariffa di 32 centesimi. Da inizio 2012 è stata ridotta di semestre in semestre per giungere ad una quota omnicomprensiva nel 2013.

Facciamo due calcoli: per un nucleo famigliare composto da 4 persone e residente al Nord Italia, un impianto da 3 kilowatt, entro i primi sei mesi del 2012, permette di ottenere un incentivo di 900 euro; mentre sempre per una famiglia composta da 4 persone ma residente al Sud , l’incentivo aumenta a 1200 euro.

E non finisce qui: se, oltre ad installare i pannelli fotovoltaici nella propria abitazione, si contribuisce a migliorare l’efficienza energetica della propria casa, si può “vincere” un ulteriore “Premio per l’uso efficiente dell’energia”.

Ma in cosa consiste esattamente? Si tratta, in sostanza, di un aumento della tariffa incentivante pari alla metà dell’indice di miglioramento energetico.

 


Web agency Parma: Zenzero Comunicazione
[www.zenzerocomunicazione.it]